ANNALISA E LA MUSICA...

"Qualcosa di più"...

Annalisa Mazzolari nasce a Brescia il 23 Gennaio 1997. Amante della musica fin dalla tenera età, Annalisa all’età di 4 anni si lancia sul palco e fa le sue prime esperienze sui piccoli palcoscenici bresciani.

A 7 anni comincia i primi studi di pianoforte seguendo lezioni private dall’insegnante Elisabetta Marcolini. Nel frattempo segue uno studio specifico sulla musica leggera (con l’insegnante Brunella Mazzola) e uno su quella lirica (ottenendo la certificazione al Conservatorio di Bergamo con insegnante Paola Romanò).

Due anni dopo intraprende gli studi presso il Conservatorio di Brescia Luca Marenzio e riceve il diploma di ottavo anno nel 2015.

Ad oggi si sta specializzando nello studio del canto leggero e jazz con l’insegnante Boris Savoldelli.

Per Annalisa la musica “è vita, è speranza, è qualcosa di più”, come dice lei stessa nelle sue canzoni. La musica le permette di esprimere se stessa e di trovare la forza per affrontare il viaggio della vita con entusiasmo e determinazione.

Scrivere canzoni è diventata un’esigenza fin dall’età di 14 anni, inizialmente affrontando tematiche sociali e successivamente avventurandosi in tematiche più personali che raccontano la sua vita e che vogliono lanciare messaggi al pubblico dell’odierna società.

La sua musica

Il primo album di Annalisa è “Uomini Eroi” ed è il frutto di un intenso lavoro incentrato sulla figura dell’uomo, che vuol donare un messaggio finale positivo anche nelle sfumature del dolore. Musicalmente l’anima dell’album tende al pop-rock.

Il disco di Annalisa lo si può considerare come un prodotto interamente bresciano, realizzato presso gli Art Studio, presso la Massarelli Artist Management & Production e vede la partecipazione straordinaria del chitarrista Alberto Radius (Formula3/Il Volo) e tanti altri artisti di calibro.
La bellissima copertina è di Marco Cecioni, storica voce del Balletto Di Bronzo.

Ad oggi, 2018, Annalisa invece appare al pubblico in nuova veste, come Joan QuillePseudonimo che da il nome al suo secondo album in produzione presso la Edizioni Cromo Studio & MacWave Studios, album in uscita prossimamente e per ora presentato nei suoi live in un’edizione acustica che vede protagonisti la sua voce e il suo pianoforte.

Uomini Eroi“, la semina, vuole mettere in scena l’eroe che riesce ad affrontare la vita di tutti i giorni con ottimismo.

L’album vuole dare un messaggio positivo, nonostante tratti di tematiche più negative ma che comunque fanno parte della vita degli esseri umani. Tra queste, Annalisa parla della guerra e dell’indifferenza rispetto a situazioni che sembrano lontane ma in realtà riguardano tutti noi. Vuole essere un richiamo a portare la luce, invitando tutti a non rimanere fermi a guardare, ma a contribuire nel migliorare la situazione.

Joan Quille“, la fioritura, è invece un concept album. Quello che narra è una favola, una di quelle che si ascolta da bambini prima di andare a letto. Una classica fiaba che vede protagonisti una principessa, il suo animaletto spalla, un principe, il suo cavallo e un drago. Una fiaba al tempo stesso particolare..poichè la principessa protagonista altro non è che un fiore, la giunchiglia. Simbolo di rinascita, forza e amore per sè stessi…Joan Quille è sbocciata e vi invita a danzare con lei ascoltando la sua storia . Siete curiosi? Andate a scoprire il suo mondo al link dell’album e seguendo i suoi prossimi appuntamenti!

“…and then my heart with pleasure fills,

And dances with the daffodils”

(I Wandered Lonely as a Cloud- W.Wordsworth)